Stan Lee il creatore dell’epica moderna.

Quello che Stan Lee ha creato e contribuito a creare negli ultimi 70 anni ha dell’incredibile nell’industria del fumetto. Come molti suoi collaboratori hanno affermato “non ci sarà mai un altro Stan Lee”, e questo perché nella storia di questo medium abbiamo avuto grandi creativi, sceneggiatori e disegnatori ma mai qualcuno che avesse una visione così ampia di un universo sul quale lavorare.

Se stessimo parlando di musica la figura di Stan Lee si avvicinerebbe maggiormente a quella di un compositore o di un direttore di orchestra.

E’ interessante vedere come secondo articoli di diverse testate giornalistiche il punto focale dell’opera di Lee giaccia nel donare ai supereroi vulnerabilità. L’essere perennemente in ritardo di Spider-man a causa della sua “responsabilità”, diviso tra famiglia e impegno contro il crimine, l’incapacità di Hulk di controllare il suo potere e i battibecchi dei Fantastici Quattro.

Certo questo è qualcosa che sicuramente ha del geniale ma un lato raramente mostrato della vita di Lee e che ha sempre usato nel suo lavoro – a volte più velatamente e altre in modo palese – è la sua decisa opposizione al razzismo, l’ignoranza e il fanatismo.

Molte opere quali gli X-men, Hulk o Black Panther parlano di intolleranza e razzismo. Lee è sempre stato un difensore dei diritti civili. Dalla fine degli anni ’60 curò una rubrica chiamata “Stan’s Soapbox” – attiva fino al 2001 – della quale riporto questa bellissima lezione:

“Mettiamo le cose in chiaro. Il bigottismo e il razzismo sono tra i mali sociali più letali che affliggono il mondo di oggi. Ma, a differenza di una squadra di super-cattivi non possono essere fermati con un pugno sul muso o un colpo di pistola a raggi. L’unico modo di distruggerli è esponendoli – per rivelarli come insidiosi mali quali sono. Il bigotto è una persona che odia in modo irragionevole – odia ciecamente, fanaticamente, indiscriminatamente. Se se la prende con un uomo di colore, lui odia TUTTI gli uomini di colore, se un rosso di capelli l’offende, lui odia TUTTI i rossi di capelli. […] Ora, non stiamo cercando di dire che sia irragionevole non andare d’accordo con il prossimo. Ma, nonostante chiunque abbia il diritto di non amare un altro individuo, è totalmente irrazionale, chiaramente folle condannare un’intera razza – disprezzare un’intera nazione – denigrare un’intera religione. […]”

Dr0vxN8VsAMMe7I

Negli anni il valore del suo credito è stato messo in discussione in favore di altri grandi creativi quali  Jack Kirby con il quale Lee creò Hulk, I fantastici quattro e gli X-Men e Steve Ditko con il quale diede vita a Spider-Man e Dottor Strange. Questo perché il “metodo Marvel” così da lui definito prevedeva inizialmente un brainstorming con l’artista per giungere ad una breve sinossi, successivamente l’artista disegnava la pagine e Lee ne riempiva i baloon. Di conseguenza la paternità delle opere è sempre stata oggetto di discussione.

Ma a mio avviso queste sono questioni superflue di fronte alla capacità dimostrata di saper creare un universo di storie fantastiche con multiple chiavi di lettura. Apprezzabili dal giovane ragazzo come dall’anziano.

Gli eroi di Lee sono persone che hanno dovuto vivere drammi come tutti noi e ne sono usciti fortificati. Usano la forza derivante dall’aver superato questi drammi – l’affetto dei cari e le certezze della vita – per fronteggiare il male nato dalla frustrazione, la solitudine e l’intolleranza. Il fatto che usino scudi in vibranio, poteri mentali o martelli leggendari per farlo è superfluo.

Ma è dannatamente divertente.

R.i.p. Stan Lee

Excelsior!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...